Il mondo di una experience designer

Suggestioni, articoli, libri…
Ma anche pezzetti di vita quotidiana: progetti DIY, viaggi, ricette…

Suggestioni e articoli

Articoli interessanti, suggestioni e spunti presi dal digitale così come dal fisico, riflessioni su quanto esperisco ogni giorno.

Viaggi

Vicini e Lontani per scoprire un po’ di mondo

Libri

Quanto trovo di interessante in giro, report, letteratura, approfondimenti.
Un modo per essere sempre aggiornati ed approfondire tematiche interessanti.

Ricette e DIY

La cucina come passione e ristoro per la mente.
Il mondo del fare per dare vita alle proprie idee concretamente.

“La mia vita in questo tempo così strano e particolare”

E’ dal 22 febbraio che vivo in casa, pochissime uscite centellinate per fare la spesa laddove gli acquisti via internet non potessero garantire quanto necessario. Non sono stata l’unica: tanti, tantissimi in Italia si sono trovati improvvisamente nella condizione di doversi chiudere in casa senza sapere se e quando sarebbero stati in grado di uscire nuovamente. Solo nelle ultime due settimane le cose sembrano essere cambiate, ma ad essere sincera non sono così sicura che sia davvero finita.

Abito a Milano, nella zona Nord: una delle zone maggiormente colpite dal Covid-19 in Italia.

Sin dai primi allarmi ho avuto la netta certezza che l’unica cosa corretta da fare fosse chiudere tutto e tutti, eliminare ogni fonte di contatto per contenere il contagio. Avevamo l’esempio della Cina, parlavo con colleghi che lo stavano già vivendo e mi sembrava la cosa più logica: prendere esempio da chi stava già vivendo l’allarme. Un pensiero lucido e lineare, non dettato da preoccupazione, ma da logica che davo per ovvia e scontata. Ho scoperto che in pochi la pensavano come me e che c’era molta resistenza. Poi finalmente il lockdown.

Ho dovuto ripensare a tutta la mia quotidianità, ho dovuto capire come riorganizzare la mia routine e quella della mia famiglia, come trovare nuovi equilibri.
Lavoro, scuola, amici, casa, spesa… Tutto da ripensare.

Lavoro in ambito digitale, non mi sono trovata da un giorno con l’altro senza nulla da fare, anzi… Ho però dovuto trovare una diversa dimensione, un nuovo modo di organizzarmi, non solo durante il tempo del lavoro, ma anche durante il tempo libero.

Ho ripreso in mano tutte quelle cose che erano lì, ferme da tempo, in attesa di un momento in cui avrei potuto dedicarmici. Ecco: quel tempo era finalmente arrivato!