Categories
Experience design

Creare la “Next Normal” experience

Fino a qualche tempo fa le practice utilizzate nel mio campo di lavoro (l’experience design) erano un fermo punto di riferimento. Si partiva dai dati di comportamento presenti nello storico ed in tempo reale, dalle ricerche già realizzate, da studi di settore e da analisi sul campo.
Tutti questi insight contribuivano alla definizione del comportamento degli utenti, ad una definizione delle journey, alla individuazione dei pain points e dei desiderata per i quali proporre una soluzione.

E poi è arrivato il Covid-19 che ha completamente ribaltato tutto il mondo per come lo avevamo sempre vissuto ed esperito. Ha messo in discussione le nostre abitudini, quelle che si davano per scontate e consolidate, persino quelle più piccole del fare quotidiano.

Posso senza dubbio considerarmi da tempo digitalmente avanzata, smart worker, abituata ad effettuare acquisti online e madre di un nativo digitale. Eppure anche per me tutto è cambiato.
Tutto è stato scosso, si è ormai insinuata una finta nuova normalità, che definirei più “una abitudine a questo stato di limbo” in cui non ho la certezza di cosa sarà, di come cambierà il futuro quotidiano. Questo senso di incertezza non mi permette di immaginare un piano di vita che vada oltre la settimana. Banalmente non riesco a pensare nel lungo periodo. E il dubbio di cosa capiterà da gennaio è sempre presente. Ci saranno altre ondate? Funzionerà il vaccino? Come rivedrò il mio futuro lavorativo?
– me-

L’impatto che tutto questa situazione ha avuto e sta avendo sulla vita della maggior parte delle persone è notevole: si sono trovate a dover gestire un cambiamento profondo che non è ancora arrivato a una stabilità.

Progettare una esperienza, fare experience design, parte dalla conoscenza dell’utente per il quale stiamo realizzando il progetto, mira a creare quell’incontro perfetto tra obiettivi di business e bisogni dell’utente. Tanto più l’esperienza risponde a questi bisogni, quanto più è ben riuscito il nostro lavoro.

Quali diventano oggi i bisogni, quali sono le priorità dei nostri utenti, come possiamo misurarli e trovare risposta? In qualche modo dobbiamo ripartire da zero, rifondare ogni singolo aspetto che davamo per noto e confrontarci con quelle che sono nuove abitudini in fieri.

Gli studi che di giorno in giorno vengono pubblicati sono sempre più ricchi ed articolati via via che vengono raccolti nuovi dati e che si delinea meglio uno scenario futuribile. Qui alcuni estratti che ho trovato particolarmente interessanti.

The Next Normal
How companies and leaders can reset for growth 
beyond coronavirus

Featured insight by McKinsey & Company

We believe three priorities will define customer experience in the post-pandemic era: digital excellence, safe and contactless engagement, and dynamic customer insights.


Elevating customer experience excellence in the next normal
http://www.mckinsey.com/business-functions/operations/our-insights/elevating-customer-experience-excellence-in-the-next-normal?cid=eml-web

User Experience & Design
You’re now competing with the best digital experience a consumer has ever had. Discover how carefully crafted experiences and thoughtful UX design can win over consumers.

User Experience & Design by Think With Google