Categorie
DIY

Tempo da Covid, tempo di idee

Solo nelle ultime due settimane le cose sembrano essere cambiate, si parla di fine del lockdown, di poter di nuovo uscire, di poterci muovere non solo da casa, ma anche tra regioni. Ad essere sincera non sono così sicura che sia davvero finita, ho la sensazione che non ci sia la certezza di poter abbassare al guardia. Credo che sia più la necessità di una ripresa economica a muoverci piuttosto della certezza che tutto stia normalizzandosi.

Ho vissuto chiusa in casa dal 22 febbraio, ho adottato prima ancora che ci fosse un tag il concetto del #ioRestoaCasa, esteso a tutti i miei famigliari: pochissime uscite centellinate per fare la spesa laddove gli acquisti via internet non potessero garantire quanto necessario.

Sin dai primi allarmi ho avuto la netta certezza che l’unica cosa corretta da fare fosse chiudere tutto e tutti, eliminare ogni fonte di contatto per contenere il contagio.

Avevamo l’esempio della Cina, parlavo con colleghi che lo stavano già vivendo e mi sembrava la cosa più logica: prendere esempio da chi stava già vivendo l’allarme. Un pensiero lucido e lineare, una certezza cristallina e per me ovvia. Ho scoperto che in pochi la pensavano come me e che c’era molta resistenza, poi finalmente il lockdown.

Lavoro, scuola, amici, casa, sport, spesa… Tempi e luoghi tutti da ripensare.

Mi sono trovata a ripensare a tutta la mia quotidianità, a capire come riorganizzare la mia routine, quella della mia famiglia, a come trovare nuovi equilibri tra il tempo del lavoro, il tempo dello svago, il supporto per la scuola da remoto, la gestione della spesa e della casa.

Lavoro in ambito digitale, non mi sono trovata da un giorno con l’altro senza nulla da fare, anzi…

Era necessario trovare una diversa dimensione, un nuovo modo di organizzarmi, partendo dagli spazi della casa che non erano più adatti a svolgere una sola funzione.

Ogni ambiente doveva riconfigurarsi, rimodellarsi per poter accogliere nuove esigenze da far convivere con quelle originarie: non bastava che una camera fosse una camera, doveva essere anche uno spazio per fare ginnastica, un luogo di silenzio per leggere, un piccolo ufficio da cui continuare a lavorare.
La cameretta non era più solo spazio di riposo e di gioco, doveva diventare anche una piccola aula di scuola, una palestra in cui continuare a frequentare i corsi di karate, un laboratorio per gli esperimenti.
Nella sala doveva trovare spazio un secondo ufficio.
La cucina avrebbe dovuto diventare anche una panetteria, un salone da parrucchiere e un pub per le videochiamate con gli amici in occasione degli aperitivi o delle cene insieme da remoto.
I balconi dovevano trasformarsi in un piccolo mondo per vivere all’aperto, dove prendere il sole, coltivare un piccolo orto o fare colazioni e pranzi all’aperto.

Complice la richiesta di smaltire ferie arretrate, ecco finalmente comparire come per magia del tempo da dedicare alla casa per fare tutte quelle piccole e grandi cose che erano rimaste sospese, che erano state relegate a fugaci pensieri fatti prima di addormentarsi e lasciati in un limbo di “farò”.

  • Tempo da Covid, tempo di idee
    Solo nelle ultime due settimane le cose sembrano essere cambiate, si parla di fine del lockdown, di poter di nuovo […]
  • Pasta Madre…si parte
    Una delle cose che mi sono chiesta da tempo era come fosse fare la pasta madre. Quanto tempo serviva per […]
Categorie
Cucina DIY Lievitati

Pasta Madre…si parte

Una delle cose che mi sono chiesta da tempo era come fosse fare la pasta madre. Quanto tempo serviva per realizzarla? Come farla? Avrebbe poi funzionato? Che sapore avrebbero avuto i lievitati che ne derivavano? Queste tra le principali domande che mi ero sempre posta.

Ora ecco l’occasione, il tempo e il modo per provare e togliermi un po’ di curiosità. Mi sono armata di buona pazienza ed ho cominciato a fare ricerca in rete tra blog e video per riuscire a trovare la giusta ricetta e le istruzioni per come realizzare una buona pasta madre.

Queste le fonti di maggiore ispirazione:
LIEVITO MADRE di Gabriele Bonci
Lievito madre, come crearlo
LIEVITO MADRE – 3 modi per prepararlo in casa

Mi sono messa di buono spirito pensando al tempo che avrei dovuto dedicare a rinfreschi e controlli ed ho cominciato con l’impasto di partenza.

Ingredienti:
100 gr manitoba
50 gr acqua
50 gr yogurt

20 gr miele